Nuovi Moduli Applicativi

Luglio 2020

DAS Elettronico per la circolazione

dei carburanti per autotrazione

in ambito nazionale

(Entrata in vigore prevista 1 Ottobre 2020)

L'Agenzia delle Dogane ha disposto che dal 1 Ottobre 2020 entra in vigore il DAS Elettronico, o e-DAS, che é la versione digitale del Documento di Accompagnamento Semplificato, che oggi viene emesso in formato cartaceo su moduli previdimati con bollatura a secco, per la circolazione dei carburanti per autotrazione in ambito nazionale.

In previsione di questo adempimento la procedura è stata integrata con uno specifico modulo inserito nella gestione dei documenti commerciali: inserimento fatture o note di consegna ed evasione ordini clienti.

Con questa soluzione, contestualmente all'emissione del documento commerciale, l’applicazione compone il messaggio DE815 - Draft DAS Telematico, lo invia al Web Service dell'Agenzia delle Dogane, acquisisce la risposta e, se positiva, richiede l'e-DAS in formato digitale e lo stampa per poter avviare la consegna.

Il modulo software Gestione DAS Elettronico (e-DAS) prevede anche l'inserimento di specifici documenti per l'invio, e l'acquisizione delle risposte, per i messaggi:

  • DE813 - Cambio di Destinazione, per comunicare i rientri o i dirottamenti parziali o totali del prodotto in consegna comunicata con un precedente messaggio Draft DAS Telematico accettato;
  • DE815 - Draft DAS Telematico - Tipo Messaggio = 3 (DAS Non Scorta Merce), che comunica le quantità effettivamente scaricate al primo Destinatario in caso di rientro o dirottamento parziale;
  • DE810 - Annullamento DAS, da inviare prima dell'estrazione del prodotto dal Deposito, quando la consegna prevista e certificata dall’Agenzia delle Dogane non debba più aver luogo.

La soluzione si avvale, per il colloquio con il Web Service dell'Agenzia delle Dogane, di un'applicazione installabile su stazioni di lavoro dotate di sistema operativo Windows 10 o Windows 7 (64 bit).

La procedura applicativa è conforme alle norme generali e tecniche contenute nella Determinazione Direttoriale138764/RU del 10 Maggio 2020 e nella Circolare n° 9 del 26 Maggio 2020.

Marzo 2019

Comunicazione Mensile

dei Dati delle Fatture

Ricevute da Soggetti Non Residenti

(Esterometro dall'anno fiscale 2019)

La Comunicazione Mensile dei Dati delle Fatture Emesse e Ricevute da Soggetti Non Residenti, comunemente definita Esterometro, è entrata in vigore il 1 Gennaio 2019 contestualmente all'introduzione della fatturazione elettronica.
In estrema sintesi consiste nella trasmissione delle operazioni intrattenute con soggetti residenti in paesi sia dell'Unione Europea e che al di fuori di questa; s
ono escluse tutte le operazioni tra soggetti che hanno la residenza fiscale in Italia.

Questo perché le operazioni tra soggetti residenti in Italia sono già oggetto della fatturazione elettronica per cui l'Amministrazione Finanziaria è già in possesso delle informazioni necessarie e procedere con le attività di verifica e accertamento.

Il modulo software Comunicazione Mensile Fatture Estere risponde alle esigenze normative sopra evidenziate ed è in grado di produrre i file di flusso in formato XML da trasmettere al Sistema di Interscambio o all'Intermediario incaricato dall'utente.

Si ricorda che il flusso prodotto contiene solo le informazioni relative alle fatture ricevute in quanto le fatture emesse a soggetti nom residenti sono comunque state trasmesse in formato elettronico al Sistema di Interscambio.

Maggio-Giugno 2018

Fatturazione Elettronica

tra privati (B2B - B2C)

Con l’intento di aumentare la capacità dell’amministrazione di prevenire e contrastare efficacemente l’evasione fiscale e le frodi IVA, nonché di incentivare l’adempimento spontaneo, la legge n. 205 del 27 dicembre 2017 (c.d. “legge di bilancio 2018”) ha introdotto una serie di novità.

Tra queste, a partire dal 1° gennaio 2019, emerge l’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato (cfr. l’articolo 1, comma 916, della medesima legge).

Obbligo anticipato al 1° luglio 2018 per le fatture relative a «cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori», nonché per «prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con un’amministrazione pubblica» (così l’articolo 1, comma 917, rispettivamente lettere a) e b), della legge di bilancio 2018).

L’obbligo ricorre per tutti gli operatori economici che sono tenuti alla compilazione/trasmissione delle fatture elettroniche e all’archiviazione sostitutiva prevista dalla legge.

Il modulo software Fatturazione Elettronica B2B risponde alle esigenze normative sopra evidenziate ed è in grado di produrre i file di flusso in formato XML da trasmettere al Sistema di Interscambio o all'Intermediario incaricato dall'utente..

Settembre 2017

Comunicazione Trimestrale

dei Dati delle Fatture

Emesse e Ricevute

(Spesometro dall'anno fiscale 2017 al 2018)

Il Decreto Legge n° 193/2016 (c.d. Decreto Fiscale) collegato alla Legge di Bilancio 2017 ha introdotto a partire dal 1 Gennaio 2017 delle significative novità in termini di adempimenti cui sono tenuti i soggetti passivi d'imposta.

In particolare l'Art. 4 del citato Decreto contiene delle norme finalizzate a contrastare l'evasione IVA, mediante l'anticipazione dei controlli rispetto al momento di presentazione della dichiarazione annuale, e modificando l'Art. 21 del D.L. 21 Maggio 2010 n° 78 introduce la Comunicazione Trimestrale dei Dati delle Fatture Emesse e Ricevute in sostituzione dello Spesometro.

Il modulo software Comunicazione Periodica Dati Fatture risponde alle esigenze normative sopra evidenziate ed è in grado di produrre i file di flusso in formato XML da trasmettere all'Agenzia delle Entrate.

Si ricorda che il modulo assolve agli adempimenti, nelle forme previste dall'Agenzia delle Entrate, fino all'anno fiscale 2018 .

Maggio 2017

Comunicazione Trimestrale

dei Dati delle Liquidazioni Periodiche IVA

Il Decreto Legge n° 193/2016 (c.d. Decreto Fiscale) collegato alla Legge di Bilancio 2017 ha introdotto a partire dal 1 Gennaio 2017 delle significative novità in termini di adempimenti cui sono tenuti i soggetti passivi d'imposta.

In particolare l'Art. 4 del citato Decreto aggiumge l'Art. 21/bis al D.L. 21 Maggio 2010 n° 78 introduce l'obbligo della Comunicazione Trimestrale dei Dati delle Liquidazioni Periodiche IVA.

Il modulo software Comunicazione Liquidazioni IVA risponde alle esigenze normative sopra evidenziate ed è in grado di produrre i file di flusso in formato XML da trasmettere all'Agenzia delle Entrate.

Marzo 2016

Modello di Comunicazione Polivalente:

Operazioni rilevanti ai fini IVA (Spesometro)

Operazioni con i Soggetti Residenti nei Paesi

della Black -List

A decorrere dal 2016 il Modello di Comunicazione Polivalente deve essere utilizzato, oltre che per l'invio dello Spesometro, anche per la trasmissione delle operazioni intervenute con soggetti residenti nei paesi a fiscalità privilegiata (c.d. Black-List)

Di conseguenza il modulo applicativo è stato adeguato per la creazione delle sezioni relative a clienti e fornitori, il controllo e la gestione dei dati aggregati ed in ultimo la predisposizione del flusso da trasmettere all'Agenzia delle Entrate per:

  • Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini dell'imposta sul valore aggiunto ai sensi della Legge 26 Aprile 2012, n° 44 (c.d. Spesometro) e successive modifiche e integrazioni;
  • Comunicazione delle operazioni con i Soggetti residenti nei Paesi della Black-List ai sensi dell'Art. 1 del Decreto Legge n° 40 del 25 Marzo 2010 e successive modifiche e integrazioni.

Si ricorda che il modulo assolve agli adempimenti, nelle forme previste dall'Agenzia delle Entrate, fino all'anno fiscale 2016.

Settembre 2014

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Ministeri, Agenzie fiscali ed enti nazionali di previdenza, a partire dal 6 giugno 2014, non possono più accettare fatture emesse o trasmesse in forma cartacea.
Ancora più importante è che la stessa disposizione si applicherà, dal 31 marzo 2015, ai restanti Enti Nazionali e alle Amministrazioni Locali (regioni, comuni, agenzie, enti pubblici, ecc.).
L'obbligo ricorre per tutti gli operatori economici, cioè i fornitori di beni e servizi alle Pubbliche Amministrazioni, che in conseguenza sono tenuti alla compilazione/trasmissione delle fatture elettroniche e all'archiviazione sostitutiva prevista dalla legge.
Il modulo software Fatturazione Elettronica P.A. risponde alle esigenze normative sopra evidenziate.

Le procedure realizzate sono in grado di gestire l'intero ciclo operativo della fattura elettronica, dalla simulazione per il controllo degli errori alla creazione del flusso reso disponibile in una cartella condivisa sulla rete aziendale.
All'utente rimane l'onere di firmare elettronicamente il flusso prodotto e inviarlo a mezzo posta elettronica certificata (PEC) o tramite il Sistema di Interscambio (SDI) con l'Agenzia delle Entrate dopo aver acquisito le credenziali di accesso.

Aprile 2014

Gea FormDoc & PDF Service GeaMailDoc Service

Versioni Light

La qualità dei documenti prodotti e la loro rapida consultazione sono diventate un elemento importante per il successo del businnes aziendale.
Le aziende esigono sempre di più in termini di stampa lavori creativi, personalizzati e di alta qualità a costi accessibili.

Allo stesso modo: il razionale utilizzo delle stazioni di stampa nella LAN aziendale, l'ottimizzazione della produzione dei documenti, il progressivo passaggio alla stampa digitale e l'invio telematico degli stessi, sono un'esigenza sempre più sentita non solo al fine di ridurre i costi, ma anche per migliorare la gestione aziendale e la comunicazione con clienti e fornitori.

Per promuovere l'utilizzo delle soluzioni applicative sono state realizzate due versioni Ligth, ridotte e quindi più economiche, ma ugualmente efficaci; illustrate nel dettaglio dalle specifiche pagine del sito e dalle Note Informative:

Settembre 2013

Comunicazione delle Operazioni Rilevanti ai fini IVA

Legge 44 /2012 - Spesometro

Com'è noto la Direzione Generale dell'Agenzia delle Entrate con proprio provvedimento del 2 Agosto 2013 (Prot. N° 2013/94908) avente per titolo "Definizione delle modalità tecniche e dei termini relativi alla comunicazione all'Anagrafe tributaria delle operazioni rilevanti ai fini dell'imposta sul valore aggiunto di cui all'articolo 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, come modificato dall'articolo 2, comma 6, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, convertito dalla legge 26 aprile 2012, n. 44. Comunicazione delle operazioni di cui all'art. 3, comma 2-bis del decreto-legge del 2 marzo 2012 n. 16 convertito, con modificazioni, dalla legge 26 aprile 2012, n. 44." ha radicalmente modificato il contenuto e le modalità di composizione del flusso della comunicazione all'Anagrafe Tributaria delle operazioni rilevanti ai fini dell'IVA (c.d. Spesometro) in precedenza normate dal DL 78/2010.

Il modulo software Spesometro - Legge 44 del 26/04/2012 risolve la problematica in maniera semplice e automatica, costruendo un archivio per la comunicazione sulla base delle registrazioni contabili dell'esercizio, lasciando al contenpo la possibilità all'operatore di intervenire manualmente sull'archivio della comunicazione per dirimere eventuali casi particolari.

Si ricorda che il modulo assolve agli adempimenti, nelle forme previste dall'Agenzia delle Entrate, fino al'anno fiscale 2016.

Settembre 2012

Motore di Ricerca degli articoli e analisi di giacenza, prezzi di vendita e costi

La procedura consente di predisporre una mappatura degli articoli sulla base delle informazioni contenute nelle anagrafiche e da utilizzarsi per una più efficace ricerca dei prodotti equivalenti, o similari, a magazzino tramite una ricerca per parole o frasi contenute nella mappa e di analizzarne disponibilità, prezzi di vendita e costi.

Luglio 2012

Gestione Contratti di Affitto, di Somministrazione e delle Convenzioni

La gestione amministrativa dei beni locati a terzi è generalmente complessa in quanto legata all'attento controllo delle scadenze dei canoni ed alla conseguente emissione delle fatture ai conduttori, degli adeguamenti ISTAT, dei versamenti dell'Imposta di Registro e di tutti gli adempimenti previsti dalla normativa vigente.
Al contempo in presenza di tipologie contrattuali che prevedono canoni con quote variabili (es.: compartecipazione ai ricavi), somministrazioni (es.: importo variabile in base al prezzo di mercato collegato alle quantità vendute) e convenzioni (es.: royalties sul movimentato) si aggiunge la componente di attività collegata alla rilevazione dei dati necessari a determinare l'addebito al conduttore.
Infine quale ulteriore complessità dal punto di vista contabile, i ricavi collegati ai beni in locazione sono per la maggior parte soggetti alla rilevazione dei ratei e risconti.
ADEL ha realizzato un modulo applicativo denominato Gestione Contratti di Affitto, in grado di rispondere a molte delle esigenze gestionali evidenziate in precedenza.
Aprile 2010

Dal 2010 le società di capitale italiane che devono depositare il bilancio al Registro Imprese delle Camere di Commercio, sono tenute ad utilizzare l'invio telematico con un nuovo formato elettronico: l’XBRL dove per XBRL si intende "EXtensible Business Reporting Language”.

L’Italia è tra i primi Paesi a livello europeo ad avere previsto l’obbligo di un formato elettronico elaborabile per la presentazione del bilancio.

La tassonomia, cioè l’insieme delle informazioni previste all’interno di un bilancio XBRL è stata definita da XBRL ITALIA (associazione che ha tra gli enti fondatori Banca d’Italia, Unioncamere, Borsa Italiana e Confindustria) ed è stata condivisa con XBRL International (consorzio no-profit di enti istituzionali e privati). Queste associazioni insieme ad XBRL EUROPA nascono con l'intento di favorire la trasparenza dei mercati e definire una struttura flessibile di codifica e presentazione dei dati contabili condivisa a livello mondiale.

Il modulo software Bilancio in Formato XBRL risolve la problematica in maniera semplice e sicura senza eccessivo impatto sull'operatività aziendale, prelevando i dati dallo schema di riclassificazione di bilancio secondo la IV Direttiva CEE, già utilizzata dagli utenti, ed è conforme alla tassonomia itcc-ci (Ver. 2009-02-16).

Dicembre 2008

Com'è noto con la Determinazione n° 52047/UD del 21 Novembre 2008 il Direttore dell'Agenzia delle Dogane aveva disposto, a decorrere dal 1 Maggio 2009, la trasmissione esclusivamente in forma telematica dei dati relativi alla contabilità degli esercenti dei depositi commerciali di prodotti energetici, oli lubrificanti e bitumi.

Il modulo software Gestione Accisa Telematica risolve la problematica in maniera semplice e sicura senza eccessivo impatto sull'operatività aziendale.

Luglio 2008

Il diffondersi delle soluzioni di home-banking che consentono l'inserimento delle disposizioni di pagamento direttamente dalla sede aziendale, evidenzia la necessità di automatizzare anche la parte dei flussi delle disposizioni bancarie passive.

Questa esigenza è sicuramente rilevante per la gestione dei bonifici e in misura meno significativa per il pagamento di RIBA, o effetti passivi, in quanto la gran parte delle procedure di home-bankig già propone automaticamente gli effetti pervenuti facilitando la disposizione del pagamento.
La soluzione
Il modulo software Gestione Mandati di Pagamento risolve la problematica in maniera analoga a quanto già presente per i flussi automatici di incasso (RIBA, RID, ecc).

Maggio 2008

La qualità dei documenti prodotti e la loro rapida consultazione sono diventate un elemento importante per il successo del businnes aziendale.
Le aziende esigono sempre di più in termini di stampa lavori creativi, personalizzati e di alta qualità a costi accessibili.

Allo stesso modo: il razionale utilizzo delle stazioni di stampa nella LAN aziendale, l'ottimizzazione della produzione dei documenti, il progressivo passaggio alla stampa digitale e l'invio telematico degli stessi, sono un'esigenza sempre più sentita non solo al fine di ridurre i costi, ma anche per migliorare la gestione aziendale e la comunicazione con clienti e fornitori.

La soluzione Gea Advanced Document Service consente di gestire il format dei documenti, la loro riproduzione sulle stampanti collegate alla LAN aziendale, la stampa digitale degli stessi ed il loro invio telematico.

Ottobre 2007
La procedura consente di creare un gruppo di file contenenti la Banca Dati da trasmettere a LINCE conforme alle specifiche tecniche da essa diramate (Rev. 13 - Maggio 2007), in grado di richiedere il minimo intervento da parte degli operatori.
Giugno 2006
La procedura consente di memorizzare il contenuto delle fatture emesse a clienti o ricevute da fornitori al fine di visulizzarle nella interrogazione della scheda commerciale e contabile del cliente/fornitore.
Marzo 2006
La procedura consente di gestire la codifica tecnica degli articoli e attraverso di essa ricercare i prodotti a magazzino analizzandone disponibilità, prezzi di vendita e costi.
Dicembre 2005
La procedura consente di gestire l'autenticazione degli utenti e le passwords degli operatori in conformità alla normativa sulla privacy e sulla sicurezza dei dati sensibili in vigore.
Settembre 2005

La procedura consente di ottenere in tempo reale, ed in modo automatico, il Bilancio Assestato e la proiezione del risultato d'esercizio con rappresentazioni numeriche e grafiche.